menu
dipartimento attività didattica ricerche conferenze pagine personali links news
  home > dipartimento > personale docente >  Polara Giovanni 
Polara Giovanni
Professore ordinario di Letteratura latina (L-FIL-LET/04)

Biografia accademica:
Ordinario di Letteratura latina presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Napoli "Federico II" dal 1°.11.1989, è stato, presso la medesima Facoltà, assistente volontario di Letteratura latina dal 25.2.1967 al 16.4.1970, borsista dal 1°.5.1968 al 16.4.1970, assistente ordinario di Letteratura latina dal 16.4.1970 al 1°.11.1981, ordinario di Storia della letteratura latina medievale dal 1°.11.1985 al 31.10.1989; ha anche ricoperto, per supplenza, gli insegnamenti di Filologia greca e latina, Storia della letteratura latina medievale e di Storia della lingua latina. Ha insegnato nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università della Calabria come professore incaricato di Letteratura latina medievale, di Filologia medievale e umanistica, di Filologia latina e di Letteratura latina dall'anno accademico 1973/74 all'anno accademico 1980/81; presso la medesima Facoltà è stato prima professore straordinario, poi professore ordinario di Filologia latina dall'anno accademico 1981/82 al 31.10.1985. Ha tenuto il corso teleimpartito di Lingua latina (e latino medievale) per il Consorzio interuniversitario Nettuno nel corso di Diploma universitario per Operatori dei Beni culturali.
Nell'Università della Calabria è stato direttore del Dipartimento di Filologia, presidente del Consiglio di Corso di laurea in Lettere e coordinatore del secondo ciclo del dottorato di ricerca in Scienze letterarie su "Retorica e tecniche dell'interpretazione" con sede presso la medesima Università; ha presieduto la commissione per l'assegnazione dei fondi 60%; ha rappresentato la Facoltà di Lettere e Filosofia, con delega del Preside, in sedute del Senato Accademico. Presiede il Nucleo di Valutazione dell'Università della Calabria, di cui fa parte, dal gennaio 2001, in qualità di componente esterno designato dal Senato Accademico.

Nell'Università di Napoli "Federico II" è Coordinatore Responsabile del Polo Tecnologico Nettuno presso l'Università di Napoli "Federico II" - Facoltà di Lettere e filosofia (area dei Beni culturali); fa parte del comitato per la cooperazione tra l'Università "Federico II" e l'Università "M. Bloch" di Strasburgo. È stato Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dal 1°.11.1993 al 31.10.1999, coordinatore del Comitato di proposta della Scuola interuniversitaria campana di specializzazione all'insegnamento dal 1999 al 2001 e Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Lingue e letterature straniere moderne dall'a.a. 1990/91 al 1992/1993; è stato eletto quale rappresentante dei professori ordinari della sua area disciplinare nel Senato Accademico Integrato; in qualità di coordinatore della commissione «Strutture per la didattica e relativi organismi di funzionamento» ha fatto parte del Collegio di coordinamento del Senato Accademico Integrato; è stato coordinatore del PIC-ERASMUS con l'Università di Düsseldorf; ha fatto parte della delegazione per la definizione degli accordi con le Università di Caracas e di Maracaibo; ha definito convenzioni con le Università di Besançon, del Quebec, di Tananarive; ha presieduto la Commissione Centrale di Coordinamento delle Biblioteche; ha fatto parte del Comitato direttivo del Servizio per l'Automazione delle Biblioteche; ha presieduto la commissione del Senato Accademico per la stesura del Regolamento didattico d'Ateneo; ha fatto parte della commissione congiunta del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione per la valutazione delle proposte di iniziative culturali; ha rappresentato il Rettore in incontri con il Comitato di Presidenza della Conferenza Permanente dei Rettori delle Università italiane ed in altre occasioni ufficiali; su designazione del Preside di Facoltà e in assenza di quest'ultimo, ha coadiuvato il Decano nella cura dei rapporti con gli uffici centrali dell'Università e nella gestione dell'eventuale emergenza; per delega del Preside ha rappresentato la Facoltà in riunioni della Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Lettere e Filosofia; ha rappresentato la Facoltà di Lettere e Filosofia, con delega del Preside, in sedute del Senato Accademico; ha fatto parte della commissione di Facoltà per la revisione dello Statuto; è stato coordinatore del Consiglio di Biblioteca della Facoltà di Lettere e Filosofia; ha presieduto la commissione per l'assegnazione dei fondi 60%; è stato delegato del Rettore per la firma degli atti, dei provvedimenti e della corrispondenza degli uffici amministrativi.

È componente del Consiglio Scientifico dell'Istituto di Studi Umanistici - Antichità Medioevo Rinascimento dell'Università degli studi di Firenze.
Ha fatto parte della Commissione di Garanzia preposta alla selezione dei programmi di ricerca di interesse nazionale per il 2006, in rappresentanza dell'area scientifico-disciplinare n. 10 (Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche); ha rappresentato i professori ordinari della medesima area nel Consiglio Universitario Nazionale dal 1997 al 2006; è stato nominato rappresentante del CUN nella commissione mista Università-Scuola secondaria per la ridefinizione dei requisiti d'accesso all'insegnamento nella Scuola. Ha coordinato il gruppo di lavoro per la predisposizione dei criteri per la formulazione degli ordinamenti didattici delle Scuole di Specializzazione nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale, di cui ha fatto parte come componente eletto dal Consiglio Universitario Nazionale; è stato componente eletto dal Consiglio Universitario Nazionale nella Commissione MURST-MPI ex art. 4 L. 168/89 per i rapporti fra scuola e università; è stato componente eletto dal Consiglio Universitario Nazionale nella Commissione nazionale per la promozione della cultura italiana all'estero.
È stato Presidente della Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Lettere e filosofia dal 1998 al 1999 dopo aver fatto parte del Consiglio di Presidenza dal 1994 al 1997; dal 1994 al 1997 è stato Presidente della Consulta Universitaria di Studi Latini, della cui Giunta di Presidenza aveva già fatto parte per gli anni 1988-1991; nel 1999 ha fatto parte del gruppo di lavoro ministeriale incaricato di definire gli schemi del decreto di Area umanistica previsto dall'art. 17, comma 95, della L. 127/97; ha fatto parte della Commissione tecnico-scientifica nominata dal Ministro della Pubblica Istruzione sulle conoscenze fondamentali su cui fondare la scuola italiana; ha fatto parte della commissione ministeriale nominata dal MURST per valutare la possibilità di riorganizzazione delle Facoltà di area umanistica; ha fatto parte della Commissione di valutazione dei programmi di ricerca di interesse nazionale per l'area delle Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche.
Ha fatto parte di commissioni per il conferimento del titolo di professore ordinario, di commissioni di idoneità e di concorso per posti di professore universitario di prima e di seconda fascia, di commissioni di idoneità e di concorso per posti di assistente ordinario e di ricercatore universitario, di commissioni d'esame per l'ammissione ai dottorati di ricerca e per il conferimento del relativo titolo, nonché della commissione per il conferimento di comandi presso l'Istituto storico italiano per il medio evo e di commissioni di concorso per presidi e professori della scuola secondaria.

Fa parte della Commissione preposta all'edizione nazionale dei testi mediolatini e della Commissione per l'edizione nazionale degli antichi volgarizzamenti dei testi latini nei volgari italiani; fa parte, dalla fondazione, del comitato direttivo dell'Associazione di Studi Tardoantichi e della direzione della rivista dell'Associazione, "Koinonia", nonché della direzione del "Bollettino di Studi Latini" e di "Vichiana"; ha diretto la collana Parva hagiographica e dirige le collane Saggi e testi classici, cristiani e medievali (con Carmelo Curti), Storia e scienze della terra (con Lucia Civetta, Giuseppe Luongo e Giovanni Vitolo), fa parte del comitato scientifico delle collane Biblioteca del Medioevo latino e Per verba; sovrintende alla stesura dei fascicoli degli Addenda del Latinitatis Italicae medii aevi lexicon imperfectum, fondato da Francesco Arnaldi e diretto da Pasquale Smiraglia, per il quale è coordinatore del gruppo di lavoro napoletano, dopo essere stato redattore di lemmi, e fa parte della Commissione dell'Unione Accademica Nazionale per il Dizionario latino medievale; è collaboratore speciale di "Medioevo latino"; è stato vicepresidente del Comitato Nazionale per le celebrazioni del bimillenario della nascita di L. Anneo Seneca.
È stato responsabile centrale ed è responsabile locale di progetti di ricerca di interesse nazionale cofinanziati dal Ministero per l'Università e la ricerca scientifica e tecnologica, prima, e dal Ministero per l'Istruzione, l'università e la ricerca, poi; ha coordinato e coordina progetti di ricerca finanziati dal CNR, dal Ministero della Pubblica Istruzione e successivamente dal Ministero per l'Università e la Ricerca Scientifica e Tecnologica sulle quote del 60%; dal 1981 ha coordinato progetti di ricerca di interesse nazionale (ex 40%).

Premi e riconoscimenti ufficiali:
Il Presidente della Repubblica lo ha insignito del Diploma di Medaglia d'oro ai benemeriti della Scienza e della Cultura. È socio ordinario dell'Accademia di Archeologia, Lettere e Belle Arti della Società di Scienze Lettere e Arti di Napoli, dell'Accademia Pontaniana, dell'Accademia Properziana del Subasio, della Società Internazionale per lo Studio del Medioevo Latino (S.I.S.M.E.L.), del Centro di studi ciceroniani, dell'Academia Latinitati favendae; è socio corrispondente non residente dell'Istituto Lombardo, Accademia di Scienze e Lettere; è socio onorario dell'Accademia Cosentina.

Studi condotti e linee di ricerca personali:
Editore di testi tardolatini e altomedievali (Publilii Optatiani Porfyrii Carmina, Augustae Taurinorum 1973; Virgilio Marone grammatico, Epitomi ed Epistole, Napoli 1979) ha pubblicato vari contributi su scrittori della tarda antichità (Ausonio, Cassiodoro, Giunillo, Isidoro, Servio, Simmaco, Venanzio Fortunato, l'autore del De rosis nascentibus, vari poeti dell'Anthologia Latina, oltre lo stesso Optaziano) ma anche su autori classici (soprattutto Virgilio, Fedro, Orazio e Petronio) e medievali (Raterio, Giovanni di Salisbury, oltre Virgilio grammatico).
E' autore di volumi e articoli su problemi di tradizione manoscritta e di critica del testo; di volumi e articoli sulla storia della cultura e della società romana antica, tardoantica e medievale; di vari articoli su questioni di lingua, di metrica, di epigrafia, di didattica del latino e sulla storia degli studi classici; di repertori e di manuali scolastici. Ha tenuto relazioni e comunicazioni ed ha presieduto sessioni di lavoro in congressi nazionali ed internazionali.
Collabora all'edizione commentata della Varie di Cassiodoro a cura dell'Istituto italiano di storia antica.

Insegnamento/i tenuto/i nell'Anno Accademico 2007-08:
Didattica del latino 2 per il Corso di Laurea triennale in Lettere Classiche
Letteratura latina 4 per il Corso di Laurea magistrale in Filologia, Letterature e Civiltà del Mondo Antico

torna su
home | il dipartimento | didattica & conferenze | ricerca | dottorato | relazioni internazionali | links | news | admin
Dipartimento di Filologia Classica - via Porta di Massa, 1 - 80132 Napoli - tel. 0812535422 fax 0812535420
Numero di stanza
n° 111, 1° piano - scala B
via Porta di Massa
Telefono
081.2535562
E-mail
giovanni.polara@unina.it
Orario di ricevimento:
Orario esposto in bacheca
Indirizzo web:
Giovanni Polara